sabato 3 dicembre 2011

L' Enoteca 13 gradi ospita ..La Masserie e il suo Pallagrello


Stasera bevo campano.L' Enoteca 13 Gradi e' aperta dall'inizio del 2009 ed e' gestita da Angelo, Gaetano e Fabio, da circa una settimana, hanno aperto  un appendice  accanto  alla storica sede  dove il  vino  viene servito  anche a  mescita e stasera ospiti  d'onore la cantina La Masserie .
Arrivo  con 20  minuti  di ritardo, il  mio  navigatore impazzito  mi  ha portato in ogni  dove ..tranne  in  Piazza Bartolomeo Romano 4 .. Arrivo , la mia amica Michela mi aspetta insieme alla sua pazienza!! Entriamo..Il locale con i suoi  40 mt quadri  ci  accoglie , di  fronte a noi  un bancone con  sopra una lavagna che ci  indica i prezzi  dei  vini alla mescita.. il  locale e'  al completo , riusciamo a trovare due sgabelli  dove possiamo  vedere l'operato  dei  ragazzi  di  fronte a noi .. pochi  tavoli ma disposti  nella maniera giusta fanno  dello  spazio  esiguo  un giusto  compromesso  per mangiare al  volo  salumi  e formaggi ,accompagnati  da calici  di  vino .
Ci  viene servita  la mozzarella di bufala D.O.P. del caseificio “Elite” di Bellona ed il mitico “Conciato Romano” dell’ azienda agricola “Le Campestre di Castel di Sasso" e caprino  al  miele.. chiediamo  urgentemente da bere VOGLIO il Pallegrello!!!

Curiosa ..anzi  di  piu'!!  Appena arriva  il  piatto  mi  tuffo  sul  Conciato  Romano, dire strepitoso  e'  dire poco , semplicemente fantastico , e ricco  di  tutto  quello  che un formaggio  dovrebbe avere Aromi, sapori , e persistenza ..che in questo  caso  e'  intramontabile. Provo  la mozzarella.; impossibile.. non sento il sapore della mozzarella di  bufala, tanto  la persistenza e la permanenza del  sapore del  formaggio  mangiato  precedentemente ancora rimane nel palato. Scopro i segreti  del formaggio, scopro  le caratteristiche e dove si produce..Prometto  a me stessa che andro'  a trovarli ..e che ne faro'  scorta!

Iniziamo  a bere.. e assaggio "TRES FRIGIDAE"100 % Pallagrello Bianco vitigno  autoctono  campano, il  colore caldo e cristallino  mi  invoglia ad assaggiarlo , esplodono  al  naso  sentori  fruttati , morbido , solo  acciaio  per questo  vino.. e'  molto  buono.. mi  piace . Passo  al  secondo  vino  il Rosso "OBLIVIUM" 100% Casavecchia, l'aspetto  visivo  non mi ha soddisfatto  poco  brillante il  colore, all'olfatto  risulta piu'  interessante , mora ciliegia e frutti  rossi, e spezie , al  palato  sinceramente non mi  fa impazzire corto  e  poco suggestivo.. mentre parlo  con Michela,  seduto  allo  sgabello  vicino, Antonio  di Spirito del New Wine Journal che ci  racconta un 'po  la storia di  questa cantina, e dei  suoi  vini  autoctoni .. chiediamo  altro Conciato .
Nel frattempo  Antonio  richiede a sorpresa per assaggiarlo  con noi  un "Vulturnus" 100% Pallagrello  nero .. e la storia cambia. Bello  il colore, fantastico  l'odore che ci travolge, eleganti  tannini , e freschezza eccellente, Sentori  di  sottobosco , il tutto nella sua eleganza.. Mi piace e credo  che siano  d'accordo  anche gli  amici  che sono  con me ..visto  che tutti  si  riempiono  di  nuovo  i  calici.

Sono  incuriosita dalle etichette , e chiedo  informazioni, vengo  a scoprire che vengono  eseguite non da un grafico , ma dal  Pittore Napoletano Bruno Donzelli,  "La Masserie "mi  spiegano Giuseppe Carusone e Michele Vigliotti fondatori  della cantina , che la cura maniacale di  ogni  particolare fa cadere la scelta su  prodotti di  qualita'  elevata: dalla bottiglia in vetro  scuro  massiccio al  sughero  naturale, dalla capsula in poliaminato marchiata con oro  a caldo all'etichetta, che e'  la presentazione visiva dei  loro  prodotti.. per non parlare naturalmente del  vino ..che nei  calici  ci  ha parlato .!

3 commenti:

  1. Nostalgia di Casa.
    Campania Felix.A volte.
    Buooonooo !!!

    RispondiElimina
  2. Sempre che magni e bevi, ma il 16 ti "sistemo" io :-)

    RispondiElimina